Ad Avellino viaggio tra i beni confiscati

18 Giugno 2015

di Annalisa Ausilio

Nelle piazze di sette paesi per incontrare i sindaci, la cittadinanza e le associazioni sul territorio.
La Carovana attraversa i piccoli villaggi circondati dai monti nella Valle di Lauro in provincia di Avellino (Quindici, Moschiano, Lauro, Taurano, Pago del Vallo di Lauro, Marzano di Nola e Domicella) per una tappa che mette al centro i beni confiscati.

Raggiungiamo una villa sottratta al clan Cava a Pago ma non ancora assegnata, dove gli attivisti di Libera issano le loro bandiere sulla cancellata come auspicio per una immediata riconversione.
La giornata si conclude con la visita a Villa 100Quindici Passi, una villa bunker confiscata alla famiglia Graziano riconvertita in un maglificio che aprirà i battenti a breve.

Tra curiosità e consapevolezza, la giornata a Napoli

18 Giugno 2015

di Annalisa Ausilio

La Carovana fa tappa a Napoli. Una giornata intensa che inizia nel quartiere Ponticelli, estrema e problematica periferia della città, dove con i volontari del servizio civile, armati di scope e palette, puliamo il piazzale della villa comunale adiacente al mercato. Un luogo centrale per il rione, punto di aggregazione e di transito circondato dagli enormi palazzoni delle case popolari che attraversiamo per incontrare i bambini che frequentano il centro Arci Movie, nel cuore di Ponticelli.

Colpisce l'euforia e curiosità ("Il furgone va anche in America? Chi paga la benzina"?), ma anche la loro consapevolezza sul fenomeno mafioso sia perché vissuto quotidianamente - ci raccontano, per esempio di non poter uscire di casa dopo il tramonto – sia grazie al laboratorio di Arci Movie che ha riportato diversi esempi di antimafia attraverso la visione di alcuni film.

Dalla Calabria alla volta di Caserta

16 Giugno 2015

Lasciamo la Calabria diretti in Campania e dopo centinaia di chilometri raggiungiamo nel pomeriggio Caserta, dove nella Chiesa del Buon Pastore esponiamo la nostra mostra itinerante e distribuiamo volantini di Carovana. In serata visita al circolo Arci "Nero e non solo" impegnato in attività di integrazione e assistenza ai migranti.

 

Tra antimafia, attivismo e storie di emigrazione: la tappa a Cutro

15 Giugno 2015

di Annalisa Ausilio

Ci lasciamo alle spalle Catanzaro per partire alla volta di Cutro, piccolo paese di provincia di Crotone che raggiungiamo nel primo pomeriggio. Ad accoglierci gli attivisti di Libera e Arci che organizzano un dibattito nella villa comunale del paese. All'incontro, oltre ai rappresentanti locali di Cgil, Cisl e Uil, partecipa anche Davide Mattiello, parlamentare Pd e membro della Commissione Antimafia. Il nostro arrivo attrae la curiosità dei tanti anziani che chiacchierano sulle panchine della villa. Scopriamo che moltissimi sono emigrati in Germania per poi tornare in Calabria dopo la pensione. Ci raccontano le loro storie e la vita di paese mentre noi parliamo di Carovana, antimafia e attivismo. Molti sono interessanti e restano ad ascoltare il dibattito e il reading 'Terre di Musica' del Parto delle Nuvole Pesanti che ripercorre il viaggio della band nei beni confiscati. Pernottiamo in una struttura affidata al WWF con i volontari del campo di lavoro di Libera.

Il corvo libera le ali della legalità

11 Giugno 2015

di Annalisa Ausilio

Partiamo da Reggio Calabria per Catanzaro nel primo pomeriggio, dove raggiungiamo il quartiere periferico 'Corvo'. Qui gli abitanti accolgono i carovanieri con una manifestazione in piazza dal nome 'Il corvo libera le ali della legalità'. Sul palco si esibiscono gruppi musicali locali con reading di brani di Peppino Impastato e Giovanni Falcone. L'iniziativa prosegue l'intero pomeriggio con giochi e laboratori per bambini nel campetto antistante a cura della cooperativa sociale Eureka.