Beni comuni per rafforzare la comunità

Bergamo - 8 Ottobre 2015

54di Valeria Schiavi

La Carovana nelle prime ore del pomeriggio arriva a Bergamo nella sede della provincia, qui incontriamo il Presidente Matteo Rossi ed il Sindaco di Bergamo, Giorgio Gori; con loro ci sono i sindaci di altri comuni dell'hinterland.

La sala del Consiglio ospita una tavola rotonda con il professor Dario Guerini per il Git di Banca Etica, Davide Salluzzo di Libera Lombardia, Luciana Fratus (Cgil), Gabriella Tancredi (Cisl), Maurizio Regazzoni (Uil), Roberto Mazzetti e Massimo Cortesi rispettivamente presidente di Arci Bergamo e Arci Lombardia.

L'incontro verte sui temi proposti da Avviso pubblico: anche i beni confiscati son lontani dal "centro" se lasciati al declino; in Lombardia vi sono circa 1200 beni di cui attualmente soltanto 300 utilizzati.

La tendenza dei cittadini é quella di sottovalutare questi dati, forse per non fare i conti con un difficile presente, che spesso vede al centro della cronaca anche cittadini lombardi.

Riportare al centro della società la cultura dei diritti e non dei favori, è questo il leit motiv di Carovana: c'è bisogno di essere "attenti", di curare i beni confiscati perchè attraverso i beni comuni si rafforza la comunità.